GustavoRinaldi’s Academic Site


Macro 3

___________________________________________
LA DOMANDA DI BENI PUO’ ESSERE RAPPRESENTATA CON QUALE DELLE SEGUENTI FORMULE?
• Z=co+c1+( Y-T)+I+G
• Z=co+c1+Yd+i+G
• Z=I+co+c1Yd+G
• Z=C(Y+T)+I+G
• Z=c1+coYd+I+G
Rif cap 3 par 2

_______________________________________________
Commento di G.R.:
Va Bene.
___________________________________________

Comment by luigi October 20, 2008 @ 11:00 am |Edit This

Lezione 3
In riferimento alla relazione lineare C=c0+c1Yd dire quale enunciato è falso:
1.C è una variabile endogena
2. c1 indica la propensione marginale al consumo
3. c1 si pone sia positivo e minore di uno
4. c0 rappresenta il consumo desiderato con un reddito disponibile Yd nullo
5. di conseguenza c0 è negativo, perché se Yd è nullo il consumatore non può consumare nulla

______________________________
G.R. : Va bene
_____________________________

Comment by Elisa Rosanna Mourglia October 20, 2008 @ 11:02 am |Edit This

Cap. 3
La funzione di consumo è:
C = C(Yd)-T
Un’ equazione di comportamento.
Uguale alla propensione marginale al consumo
Una funzione dove C e Yd sono inversamente proporzionali.
Uguale alla propensione marginale al consumo – 1.

______________________________
G.R. : Va bene
_____________________________

Comment by Giulia Parodi 328491 October 20, 2008 @ 11:10 am |Edit This

Lezione 3
Nel mercato dei beni se il governo aumenta i trasferimenti netti:
1. La domanda aggregata diminuisce.
2. Il reddito disponibile aumenta.
3. I consumi rimangono costanti.
4. La spesa pubblica aumenta.
5. Nessuna delle precedenti.

————————————
G.R. Va bene.
_________________________________

Comment by Daniele Pepe October 20, 2008 @ 4:39 pm |Edit This

Capitolo 3
Barrare la risposta falsa.
1. Le esportazioni (X) sono gli acquisti di beni nazionali da parte del resto del mondo e le importazioni (IM) sono gli acquisti di beni esteri da parte dei residenti.
2. La f(x) del consumo esprime in funzione del reddito lordo il consumo stesso.
3. S=I può essere un’alternativa all’equilibrio sul mercato dei beni a Y=Z.
4. L’investimento in scorte può essere sia positivo sia negativo.
5. Se il governo volesse aumentare di 1 mlrd € la produzione non dovrebbe far altro che aumentare G di (1-C1) mlrd di euro.
_____________________________
GR Rifiutata.  Ambigua.
______________________________

Comment by Rege Elvis October 20, 2008 @ 4:55 pm |Edit This

N.B.: nella domanda relativa al cap. 3,Y si intende con pedice d.

Comment by Giulia Parodi 328491 October 20, 2008 @ 5:27 pm |Edit This

CAP 3
Si crocetti la risposta esatta
a)le variabili C, I e G sono considerate variabili endogene.
b)le variabili I, G, T sono considerate variabili esogene.
c)le variabili C, G e T sono considerate come variabili esogene.
d)le variabili I, G e T sono considerate variabili endogene
_________________________________________
G.R. :   Rifiutata.
A) metta 5 risposte
B) La 3 non e` chiara

Comment by Fulvio Celeghini October 22, 2008 @ 8:32 am |Edit This

Capitolo 3
Si ricerchi la frase falsa.
1. Le esportazioni (X) sono gli acquisti di beni nazionali da parte del resto del mondo e le importazioni (IM) sono gli acquisti di beni esteri da parte dei residenti.
2. Nell’equilibrio del mercato dei beni, l’aumento della spesa autonoma ha un effetto proporzionale sulla produzione di equilibrio.
3. S=I può essere un’alternativa all’equilibrio sul mercato dei beni a Y=Z.
4. L’investimento in scorte può essere sia positivo sia negativo.
5. Se il governo volesse aumentare di 1 mlrd € la produzione non dovrebbe far altro che aumentare G di (1-C1) mlrd di euro.

________________________________________

GR: RIFIUTATA

Comment by Rege Elvis October 22, 2008 @ 1:47 pm |Edit This

Riferimento: capitolo 3 paragrafo 1.

Si ha disavanzo commerciale soltanto se:

1-Esportazioni minori di Importazioni
2-Esportazioni maggiori di Importazioni
3-Produzione minore di Vendite
4-Produzione maggiore di Vendite
5-Assenza di esportazioni e importazioni

_____________________

G.R. : Si’

Comment by Riccardo Cavazzana October 24, 2008 @ 4:51 pm |Edit This

lezione 3
la propensione marginale al consumo indica:
a)la quota di reddito che gli individui consumano
b)la quota di reddito disponibile che gli individui consumano
c)l’incremento di consumo per ogni unità aggiuntiva di reddito disponibile
d)un numero negativo
e)nessuna delle precedenti
____________________________________________________

GR: Va bene.

Comment by christian brusa October 25, 2008 @ 12:19 pm |Edit This

Capitolo 3
Si ricerchi l’affermazione falsa.
1. Le esportazioni (X) sono gli acquisti di beni nazionali da parte del resto del mondo e le importazioni (IM) sono gli acquisti di beni esteri da parte dei residenti.
2. Il risparmio privato è S=Y-T+C
3. S=I può essere un’alternativa all’equilibrio sul mercato dei beni a Y=Z.
4. L’investimento in scorte può essere sia positivo sia negativo.
5. La spesa pubblica (G)non include nè i trasferimenti (assistenza sanitaria e sociale), nè gli interessi sul debito pubblico.
_______________________________________
GR: Bene

Comment by Rege Elvis October 26, 2008 @ 8:52 am |Edit This

CAP 3

Crocettare la risposta errata:

1. Risparmio privato = reddito disponibile – consumi
2. Risparmio pubblico = entrate – spesa pubblica
3. Il debito è un flusso, relativo ad un periodo di tempo nel quale le uscite sono superiori alle entrate
4. Il risparmio privato più finanziare il disavanzo pubblico
5. Il risparmio privato più finanziare un investimento

GR:  RIFIUTATA

Comment by Elisa Amparore October 27, 2008 @ 7:38 am |Edit This

Riferito al capitolo 3.
L’investimento in scorte(indica la risposta sbagliata):
a.è la differenza tra produzione e vendite
b.è negativo se le vendite sono superiori alla produzione
c.è positivo se la produzione è superiore alle vendite
d.non fa parte della domanda di beni
e.se è positivo consente di raggiungere l’equilibrio di mercato

_______________________________

GR:  Bene

Comment by scruci carmen October 27, 2008 @ 5:01 pm |Edit This

Lezione 3
In riferimento alla relazione lineare C=c0+c1Yd dire quale enunciato è falso:
1.C è una variabile endogena
2. c1 indica la propensione marginale al consumo
3. c1 si pone sia positivo e minore di uno
4. c0 rappresenta il consumo desiderato con un reddito disponibile Yd nullo
5. di conseguenza c0 è negativo, perché se Yd è nullo il consumatore non può consumare nulla
____________________________________

GR: Bene

Comment by Elisa Rosanna Mourglia October 28, 2008 @ 10:55 am |Edit This

capitolo 3
la propensione marginale al consumo:
a. si ricava da I= s-(G+T)
b. non è compresa tra zero e uno
c. è c0
d. ci dice quando risparmiamo in un dato periodo di tempo indipendentemente dalla nostra quantità di reddito
e. è rappresentato da 1-c1

____________________________________________________

GR: Rifiutata

Comment by eleonora ferrua November 1, 2008 @ 2:26 pm |Edit This

Per ogni domanda si individui la sola risposta corretta
Nel breve periodo la variazione del livello di produzione aggregata dipende principalmente:
A)da fattori relativi all’offerta aggregata
B)dalla variazione del livello della domanda aggregata
C)dalla variazione dello stock di capitale
D)dalla variazione del tasso di risparmio
E)da cambiamenti demografici

____________

GR: Bene

Advertisements

87 Comments so far
Leave a comment

Lezione 3
La formula relativa al moltiplicatore è:
1) (1-C1)
2) 1/1-C1
3) 1/C1
4) C0+(1-C1)
5) C1(Y-T)
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Francesca Mensa

Secondo l’interpretazione economista Investimento fisso : (trovare risp esatta)
1) è la somma di quello residenziale e non residenziale
2) la differenza tra quello residenziale e non residenziale
3)la differenza tra produzione e vendite
4) indica l’acquisto di oro o azioni di una società
5) nessuna delle precedenti
_____________________________________________
GR:No, confusa

Comment by Riccardo Cottone

Ilmoltiplicatore è più elevato se la propensione marginale al consumo è:
1)Uguale a 0
2)Positiva e vicina a 1
3)Uguale a 1
4)Minore di 1
5)Negativo e vicino allo 0
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Andrea Aglì

Confrontando un’economia chiusa con un’economia aperta il moltiplicatore della spesa:
A) È maggiore in economia aperta;
B) È minore in economia aperta;
C) È uguale in entrambi i casi;
D) È maggiore in economia aperta solo se la bilancia commerciale è in attivo
E)nessuna delle precedenti
_________________________________________
No, riguarda la lez. 19

Comment by michele

LEZ 3. La produzione di equilibrio è il punto in cui la produzione è uguale:
a)alla propensione marginale al consumo
b)al reddito disponibile
c)alla domanda
d)al PIL reale
e)agli investimenti
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Enrica Vaglienti

cap 3 27-10-08
da cosa è dato l’equilibrio sul mercato dei beni?
1. C=I
2. Y=Z
3. G=T
4. C=Y
5. G=Z
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by elisa gilli

In equilibrio:
– il reddito è maggiore della produzione;
– il moltiplicatore moltiplica l’effetto della spesa autonoma;
– la spesa autonoma è uguale al valore del moltiplicatore;
– la domanda è crescente;
– la produzione dipende dalla domanda;
_____________________________________________
GR:No

Comment by Cinzia Peretti matr. 304234

Un aumento della spesa autonoma provoca:
– una diminuzione della produzione di equilibrio;
– un aumento proporzionale della domanda di equilibrio;
– un aumento proporzionale della produzione di equilibrio;
– un aumento più che proporzionale della produzione di equilibrio;
– una diminuzione proporzionale della domanda di equilibrio;
_______________________________________
GR: NO

Comment by Cinzia Peretti matr. 304234

Le componenti del PIL sono:
1)Consumo,Investimento,Spesa pubblica,Esportazioni nette.
2)Consumo,Investimento,Esportazioni nette;
3)Consumo,Investimento,Spesa pubblica,Esportazioni nette,Investimento in scorte;
4)Consumo,Spesa pubblica,Esportazioni nette,Investimento in scorte;
5)Consumo,Spesa pubblica,Esportazioni nette.
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Simone Russo

In riferimento ai componenti del PIL (segnare la risposta falsa):

A PIL = C + I + G + X – IM
B una componente del Pil è l’Investimento, chiamato anche investimento fisso per distinguerlo dalle scorte di magazzino
C G è la spesa pubblica che include i trasferimenti
D la differenza tra beni prodotti e beni venduti in un dato anno prende il nome di investimento in scorte
E X – IM rappresenta il saldo commerciale
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Nadia Tavella

Nel breve periodo la domanda aumenta in seguito a (trova l’intruso):
a. variazioni positive della fiducia dei consumatori
b. variazioni della domanda d’investimento
c. variazioni dell’esportazioni e delle importazioni
d. variazioni della spesa pubblica
e. variazioni negative delle imposte
——————————————-
GR: No. Non chiara.

Comment by Stefania Parizia matr. 302692

Se aumenta G non aumenta:
a. Aumenta la domanda aggregata
b. Aumenta la produzione per le imprese
c. Aumentano i risparmi per le famiglie
d. Aumenta il reddito per le famiglie
e. Aumentano i consumi per le famiglie
_____________________________________________
GR:No, non chiara.

Comment by Stefania Parizia matr. 302692

CAPITOLO 3

Correzione, inserito la 5 opzione

Il tasso di partecipazione è?

1) Il rapporto tra gli individui occupati e la popolazione in età lavorativa
2) Il rapporto tra la popolazione in età lavorativa ed i disoccupati
3) Il rapporto tra la forza lavoro e la popolazione in età lavorativa
4) Il rapporto tra la popolazione in età lavorativa e la forza lavoro
5) Il rapporto tra individui occupati ed i disoccupati
_____________________________________________
GR:No, non e`lezione 3

Comment by Luana Pautasso Grosso

LEZIONE 3
Nel breve periodo la variazione del livello di produzione aggregata dipende principalmente:
A)da fattori relativi all’offerta aggregata
B)dalla variazione del livello della domanda aggregata
C)dalla variazione dello stock di capitale
D)dalla variazione del tasso di risparmio
E)da cambiamenti demografici
Comment by Veronica Artale November 7, 2008 @ 11:09 am
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Veronica Artale

CAPITOLO3

Individuate la corretta relazione tra produzione, vendite e investimento:

a)produzione= vendite meno investimento in scorte;
b)vendite= produzione meno investimento in scorte;
c)vendite=investimento diviso produzione
d)vendite=produzione diviso investimento
e)investimento= vendite diviso produzione
_____________________________________________
GR:Si’, anche se a volte un po’ banale.

Comment by Francesco Conca

Cosa s’intende per saldo commerciale:
a)ESPORTAZIONI>IMPORTAZIONI
b)ESPORTAZIONI<IMPORTAZIONI
c)ESPORTAZIONI-IMPORTAZIONI=ESPORTAZIONI NETTE=SALDO COMMERCIALE
d)IMPORTAZIONI=ESPORTAZIONI
e)nessuna delle precedenti

n.b. I DUE SIMBOLI DI UGUALE DELLA RISPOSTA c CORRISPONDONO AL SIMBOLO MATEMATICO DI IDENTITA’
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Elisa Blanc

LA MONETA è:
a) un’attività finanziaria
b) usata per le transazioni ma non frutta interesse
c) composta dal circolante: monete e banconote
d) composta dai depositi bancari a fronte dei quali si possono emettere assegni
e) tutte e quattro le risposte precedenti

LA POLITICA MONETARIA: L’OPERAZIONE ESPANSIVA COMPORTA:
a) una vendita di titoli
b) una riduzione dell’offerta di moneta
c) un aumento dell’offerta di moneta
d) una riduzione del prezzo dei titoli
e) un aumento del tasso d’interesse
_____________________________________________
GR:No per entrambe le domande , non e` questa la lezione

Comment by Manuela Giacomino

Analizzando l’equazione di comportamento delle domanda di beni Z=C+I+G si trovi l’affermazione falsa:
1) si sta analizzando un’economia chiusa
2) G rappresenta la spesa pubblica
3) se non esistono scorte, la domanda è uguale alla produzione
4) I dipende dal livello della produzione
5) C è pari a C=c0+c1Yd
_____________________________________________
GR:No

Comment by Mara Breuza

Un aumento della propensione marginale al consumo determina
A)Un aumento del valore del moltiplicatore
B)una riduzione del valore del moltiplicatore
C)un moltiplicatore invariato
D)un aumento della produzione
E)una riduzione della produzione
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Marco Cerabona

Se si verifica una riduzione della spesa pubblica:
1) la spesa autonoma cresce
2) Y aumenta
3) l’inclinazione della ZZ diminuisce
4) il moltiplicatore resta invariato
5) nessuna delle precedenti
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Mara Breuza

Individuare la risposta errata:
La spesa pubblica (G):
_ è una componente del PIL
_ include i trasferimenti (esempio assistenza sanitaria e sociale)e gli interessi sul debito pubblico
_ è una variabile esogena
_ descrive la politica fiscale del governo, ovvero le scelte del governo circa le entrate e le uscite del settore pubblico
_ è l’acquisto di beni e servizi da parte dello Stato e degli enti pubblici
_____________________________________________
GR:Rifiutata

Comment by simona angei

individua la risposta errata:
_ il risparmio è la somma di risparmio privato e risparmio pubblico
_ il risparmio privato(S) dei consumatori è uguale al loro reddito disponibile al netto dei consumi
_ il risparmio pubblico è uguale alle imposte(al netto dei trasferimenti) meno la spesa pubblica
(T-G)
_ si ha avanzo di bilancio quando il risparmio pubblico è positivo e disavanzo di bilancio quando il risparmio pubblico è negativo
_ l’investimento (I) è pari al risparmio privato(S) sommato al risparmio pubblico(G) comprese le imposte(T)
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by simona angei

LEZ 3. La produzione di equilibrio è il punto in cui la produzione è uguale:
a)alla propensione marginale al consumo
b)al reddito disponibile
c)alla domanda
d)al PIL reale
e)agli investimenti

PUBBLICATA IL 23/10/2008 ALLE 7:19
_____________________________________________
GR:Si’

Comment by Enrica Vaglienti

Individua l’affermazione errata:
1)Il risparmio privato e quello pubblico equivalgono
2)il risparmio pubblico è uguale alle imposte meno la spesa pubblica
3)il risparmio è la differenza tra risparmio privato e pubblico
4)Non si può eguagliare il risparmio all’investimento
5)Nessuna delle precedenti

_______________________________
GR: No. Ci sono dei problemi di italiano.

Comment by Martina Lesna

Un aumento della propensione marginale al risparmio determina:
A) un riduzione del valore del moltiplicatore;
B) un aumento del valore del moltiplicatore;
B) un riduzione del valore del moltiplicatore;
C) un moltiplicatore invariato;
D) una riduzione della spesa autonoma.
E)nessuna delle precedenti
_______________________________
GR: No, disordinata. 6 risposte (2 ripetute), 5 lettere, problemi con l’italiano.

Comment by michele

LEZIONE 3
Cosa determina il livello di produzione aggregata nel lungo periodo:
1- nell’arco di tale periodo sia la tecnologia, che la qualità della forza lavoro che lo stock di capitale, non possono più essere considerati i medesimi.
2- nell’arco di 50 anni o più diventa un’importante fattore il tasso di risparmio.
3- per crescere un Paese deve riuscire a migliorare la qualità della forza lavoro e la capacità di innovare.
4- nel lungo periodo il livello di produzione aggregata dipende dal livello della domanda aggregata.
5- nel lungo periodo 2 fattori importanti per un Paese sono il sistema di istruzione e la qualità del governo.

Comment by Alberto Solaro

mi scusi professore, mi sono accorto che la mia domanda non è stata commentata, le chiedo gentilmente di farmi sapere se va bene oppure no. grazie

Comment by solaro alberto

Un aumento della propensione marginale al risparmio determina:
A)un riduzione del valore del moltiplicatore;
B)un aumento del valore del moltiplicatore;
C)un moltiplicatore invariato;
D)una riduzione della produzione
E)nessuna delle precedenti
___________________________
GR: Si’

Comment by michele

Macro 3
___________________________________________
LA DOMANDA DI BENI PUO’ ESSERE RAPPRESENTATA CON QUALE DELLE SEGUENTI FORMULE?
• Z=co+c1+( Y-T)+I+G
• Z=co+c1+Yd+i+G
• Z=I+co+c1Yd+G
• Z=C(Y+T)+I+G
• Z=c1+coYd+I+G
Rif cap 3 par 2

_______________________________________________
Commento di G.R.:
Va Bene.
___________________________________________

Comment by luigi October 20, 2008 @ 11:00 am |Edit This
ERONEAMENTE MI SONO ACCORTO DI NON AVER INSERITO IL COGNOME , LA MAIL è LA STESSA PERO’

Comment by luigi cottino

Quando l’economia è in equilibrio
1) I=S+(T+G)
2) I=S-(T+G)
3) I=S-(T-G)
4) I=S+(T-G)
5) I=S*(T+G)
___________________________
GR: Si’

Comment by Gian Luca Olivero

Quanto rappresenta il PIL in Italia nel 2003?
A)80%
b)70%
C)95%
D)55%
E)60%
_______________________
GR: NO, non chiara

Comment by Andrelotti Roberta

Lezione 3

Cosa comporta un aumento del reddito?

1.Aumento delle imposte
2.Aumento della spesa pubblica
3.Aumento del consumo, meno che proporzionale
4.Aumento delle esportazioni
5.Aumento del consumo
____________________________
GR: Si’

Comment by Noemi Benedetto

Crocettare la risposta errata.
Dall’equazione Y=c(0)+c(1)(Y-T)+I+G sappiamo che:
1) la domanda dei beni dipende dal reddito e dalle imposte, dall’investimento e dalla spesa pubblica;
2) c(0) è la propensione al consumo;
3) c(1) viene moltiplicato al reddito disponibile;
4) la spesa pubblica concorre a formare la produzione;
5) il reddito diponibile è Y-T.
_____________________________
GR:No, correggere il linguaggio.

Comment by Cinzia Peretti matr. 304234

Riguardo la propensione al consumo c1:
1) se c1=0.6, 1 € aggiuntivo di reddito disponibile non influisce sul consumo;
2) se c1=0.9, 2€ aggiuntivi di reddito disponibile aumentano il consumo di 90 cent;
3) se c1=1, 3€ aggiuntivi di reddito disponibile aumentano il consumo di 30 cent;
4) se c1=0.1, 2€ aggiuntivi di reddito disponibile aumentano il consumo di 10 cent;
5) se c1=0.5, 3€ aggiuntivi di reddito disponibile aumentano il consumo di 1.5€.
_________________________
GR:Si’

Comment by Cinzia Peretti matr. 304234

SAPENDO CHE, QUANDO L’ECONOMIA è IN EQUILIBRIO S=I+G-T, COSA ACCADE SE C’è UN AUMENTO ESOGENO DEL RISPARMIO?
a) tutte le variabili, anche quelle esogene variano
b) fa aumentare i consumi
c) c’è una pari riduzione del consumo autonomo che accresce la domanda e riduce la produzione
d) c’è una pari riduzione del consumo autonomo che riduce la domanda e la produzione
e) aumenta il reddito
___________________________
GR: si’

Comment by Manuela Giacomino

SE LA PROPENSIONE AL CONSUMO è UGUALE A 0,8, QUANTO VALE IL MOLTIPLICATORE?
a) 5
b) 0,2
c) 0,5
d) 1,25
e) non ci sono dati sufficienti per rispondere
____________________________
GR: SI’

Comment by Manuela Giacomino

Qual è la determinante principale del Consumo?
A)il reddito
B)il reddito percepito dopo aver pagato le imposte
C)Il reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti del governo e pagato le imposte
D)il reddito permanente
E)il reddito personale disponibile
_________________________
GR: Si’

Comment by Luana Pautasso Grosso

In riferimento alla relazione lineare C=c0+c1Yd dire quale enunciato è falso:
1 C è una variabile endogena
2 c1 indica la propensione marginale al consumo
3 c1 si pone sia positivo e minore di uno
4 c0 rappresenta il consumo desiderato con un reddito disponibile Yd nullo
5 c0 non rappresenta altre variabili che potenzialmente influenzano il consumo quali ad esempio l’ottimismo dei consumatori

Comment by gustavorinaldi

In riferimento all’effetto del moltiplicatore, segnare la risposta esatta:
1- un aumento della spesa autonoma ha un effetto meno che proporzionale sulla produzione d’equilibrio
2- un aumento della domanda fa diminuire il reddito
3- maggiore è la propensione al consumo tanto maggiore è il moltiplicatore
4- la produzione dipende dal reddito
5- quanto più c1 è vicino a 0 tanto maggiore è il moltiplicatore

Comment by Riccardo Cottone

Si ipotizzi un aumento della propensione marginale al consumo da 0.6 a 0.8. A seguito di ciò la curva di domanda (ZZ), con riferimento a un piano di assi cartesiani (Y,Z):
1)Ridurrà la propria inclinazione
2)Aumenterà la propria inclinazione
3)Si sposterà parallelamente verso l’alto
4)Si sposterà parallelamente verso il basso
5)Non cambierà la sua inclinazione
_________________________________________
GR: Si’

Comment by stefano besso

Nel breve periodo l’andamento della produzione è influenzato da:
1- Stock di capitale;
2- Prezzi attesi;
3- Politica fiscale;
4- Politica monetaria;
5- Politica fiscale e monetaria.
____________________________
Si’

Comment by Daniela Chirico

Indicare la formula che descrive la domanda di beni:
1- Z=co+c1+( Y-T)+I+G
2- Z=co+c1+Yd+i+G
3- Z=I+co+c1Yd+G
4- Z=C(Y+T)+I+G
5- Z=c1+coYd+I+G
_______________
GR: Si’

Comment by Riccardo Cottone

la propensione marginale al consumo indica:
1. la quota del reddito disponibile che gli individui consumano
2. il consumo desiderato in corrispondenza di un reddito disponibile
3. semplicemente il reddito che gli individui consumano
4. l’incremento di consumo per ogni unità aggiuntiva di reddito disponibile
5. nessuna delle precedenti

Comment by eleonora ferrua

ci sono due modi equivalenti di esprimere la codizione di equilibrio sul mercato dei beni, produzione=domanda e investimento=risparmio, ma da entrambi possiamo ottenere:
1.la stessa funzione di produzione
2. che il risparmio privato diminuisce all’aumentare del reddito
3. la domanda non dipende dal reddito che è uguale alla produzione
4.nell’equilibrio investimento=risparmio non abbiamo la presenza della componente autonoma
5. nessuna delle precedenti
_________________________________________
No

Comment by eleonora ferrua

ci sono due modi equivalenti di esprimere la condizione di equilibrio sul mercato dei beni, produzione=domanda e investimento=risparmio, ma da entrambi possiamo ottenere:
1.la stessa funzione di produzione
2. che il risparmio privato diminuisce all’aumentare del reddito
3. che la domanda non dipende dal reddito che è uguale alla produzione
4.che nell’equilibrio investimento=risparmio non abbiamo la presenza della componente autonoma
5. che se nella definizione d’investimento escludiamo la variazine delle scorte l’equilibrio I=S è vero sempre.
____________________________________
No: come minimo c’e` un problema d’ortografia.

Comment by Eleonora Ferrua

Quale delle seguenti formule rappresenta la SPESA AUTONOMA?
1-(Co – I – G + C1 T)
2-(-Co + I + G + C1 T)
3-(Co + I + G – C1 T)
4-(Co + I – G – C1 T)
5-(Co – C1 T)
_________________________________
GR: Si’

Comment by Cristina Boaglio

Indicare la risposta errata
Cosa causa un incremento di Co?
1) Aumenta la domanda
2) Aumenta la produzione
3) Aumenta il reddito
4) Aumenta il consumo
5) Diminuisce la produzione
_______________________________
Si’

Comment by Mirko Panino

il moltiplicatore della moneta è tanto più elevato quanto:
1. meno elevati sono il rapporto riserva/depositi e la proporzione di moneta detenuta dagli individui sotto forma di circolante
2. più elevati sono il rapporto riserva/depositi e la proporzione di moneta detenuta dagli individui sotto forma di circolante
3. meno elevati sono il rapporto riserva/depositi e più elevata è la proporzione di moneta detenuta dagli individui sotto forma di circolante
4. più elevato è il rapporto riserva/depositi e meno elevata è la proporzione di moneta detenuta dagli individui sotto forma di circolante
5.più elevato è il rapporto riserva/depositi e più elevata è la proporzione di moneta detenuta dagli individui sotto forma di circolante

Comment by eleonora ferrua

Il parametro c0 rappresenta:
1.il livello di consumo ;
2.il livello di reddito disponibile;
3.il livello di consumo quando il reddito disponibile è zero;
4.il livello di consumo quando il reddito disponibile è uno;
5.la propensione marginale al consumo.
______________________________
GR: Si’

Comment by Rossana Giasullo

Nella spesa pubblica G non sono considerati:
1.retribuzione ai dipendenti pubblici e acquisti di beni da parte della Pubblica Amministrazione;
2.retribuzione ai dipendenti pubblici e cassa integrazione;
3.cassa integrazione e acquisti di beni da parte dello Stato;
4.retribuzione ai dipendenti pubblici e interessi sul debito pubblico;
5.cassa integrazione e interessi sul debito pubblico.
_____________________________________
GR Si’

Comment by Ricotto Roberta

C=C0 + C1 yd ( quella esatta )
1)il grafico di questa funzione è una linea retta
2) il grafico di questa funzione non è una linea retta
3)il consumo dipende sempre dal reddito disponibile
4) intercetta della retta è C0
5) Il reddito e le imposte non influiscono in questa funzione

Comment by Mercurio Marco

Individuare la risposta errata
La spesa pubblica:
1)è una delle componenti del Pil
2)si tratta di beni e servizi acquistati dallo Stato
3)è considerata endogena in economia chiusa
4)non include i trasferimenti
5)non include gli interessi sul debito pubblico
_______________________________________
GR: Si’

Comment by mariantonia filardo

Il risparmio privato è:
1)il reddito disponibile dei consumatori al netto dei consumi
3)il reddito disponibile dei consumatori al netto dei trasferimenti
3)la definizione di reddito meno imposte più consumo
4)ciò che rimane dal reddito percepito dopo aver pagato le imposte
5)il reddito destinato all’acquisto di beni di lusso
_____________________________
Si’

Comment by Bonansea Alice

Una riduzione del grado di fiducia delle imprese che induce un minor investimento non immobiliare comporta:
-la riduzione di Y e della spesa autonoma ma l’inclinazione della ZZ e il moltiplicatore non variano
-la Y aumenta, la spesa autonoma si riduce, l’inclinazione della ZZ e il moltiplicatore non variano
-la Y si riduce, la spesa autonoma aumenta, l’inclinazione della ZZ e il moltiplicatore non variano
-la riduzione di Y e della spesa autonoma e l’inclinazione della ZZ aumenta, mentre il moltiplicatore non varia
-la riduzione di Y e della spesa autonoma e la inclinazione della ZZ non varia, mentre il moltiplicatore aumenta.
_________________________
Si’

Comment by Ilaria Novaretti

capitolo 3
Che cosa si intende per reddito disponibile?
1) Ciò che rimane del reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti dal governo e aver pagato le imposte.
2) Ciò che rimane del reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti dal governo senza aver pagato le imposte.
3) Ciò che rimane del reddito percepito dopo aver pagato le imposte senza aver ricevuto i trasferimenti dal governo.
4) La somma tra il reddito percepito e il totale delle imposte.
5) La differenza tra il totale delle imposte e i trasferimenti ricevuti dal governo.
________________________________
Si’

Comment by Oliveri Viviana

Per avanzo commerciale si intende:
1. saldo commerciale negativo
2. X > IM
3. X G
5. T < G

Comment by Stefania Parizia

Per avanzo commerciale si intende:
1. saldo commerciale negativo
2. X>IM
3. XG
5. T<G

Comment by Stefania Parizia

Professore mi scusi se ho provato a riscrivere la domanda perchè pensavo di aver sbagliato io, ma in realtà non mi ha preso determinati simboli e lettere. mi scusi.

Comment by Stefania Parizia

Se il moltiplicatore vale 25, a quanto sarà uguale la propensione al consumo?
1)Non ci sono abbastanza dati per rispondere
2)0,31
3)0,52
4)0,77
5)0,96
_______________
Si’

Comment by Martina Lesna

Individuare la risposta errata
Nel grafico dell’equilibrio sul mercato dei beni:
1) L’intersezione tra la domanda (Z) e la Produzione è l’unico punto di equilibrio del mercato
2)L’inclinazione della retta di produzione è pari a 1
3)L’inclinazione della retta della domanda è maggiore di 1
4)L’inclinazione della retta della domanda è pari al valore della propensione marginale al consumo
5)L’aumento della spesa autonoma sposta verso l’alto il punto di equilibrio.
____________________
Si’

Comment by Galfione Nadia

LEZIONE 3:
Indicare quale delle seguenti affermazioni è FALSA:

1)La Spesa Pubblica (G) non include le pensioni
2)La Spesa Pubblica (G) è importante per gli economisti, poiché attraverso essa possono influenzare chi governa
3)La Spesa Pubblica (G) include gli interessi sul debito pubblico
4)La Spesa Pubblica (G) è la voce sotto il controllo politico
5)La Spesa Pubblica (G) non include i trasferimenti
___________________________________________
No la 3 e la 2 sono sbagliate.

Comment by Grande Leamorena

Si indichi quale delle seguenti affermazioni è vera:

– C0 indica la propensione marginale al consumo
– -C1 è la parte del consumo che non dipende dal reddito disponibile
– Esiste una relazione(funzione) negativa tra il consumo e il reddito disponibile
– Se il consumatore tende a risparmiare, C1 avrà un valore vicino a 1
– (1-c) indica la propensione marginale al risparmio
_________________________
Si’

Comment by stefano rovetto

Si indichi quale delle seguenti affermazioni è vera:

– l’investimento lordo non è mai minore di 0
– se nessuno investe la differenza tra l’investimento e l’ammortamento può comunque dare esito positivo
– l’investimento netto è sempre positivo
– l’investimento è la componente meno variabile di tutti gli impieghi
– l’investimento residenziale comprende oltre all’acquisto di case nuove anche le ristrutturazioni di vecchi casolari

Comment by stefano rovetto

Per avanzo commerciale si intende:
1. Saldo commerciale negativo
2. X maggiore di IM
3. X minore di IM
4. T maggiore di G
5. T minore di G

Comment by Stefania Parizia

LEZIONE 3

La funzione del consumo stabilisce una relazione tra la spesa per consumi e:

a)La ricchezza;
b)Il tasso di interesse;
c)Le aspettative;
d)Il reddito disponibile;
e)Il debito.

Comment by Gianni La Malfa

LEZIONE 3

Indicare quale delle seguenti affermazioni è vera:

1)Le variabili endogene sono prese per date

2) I, G e T sono variabili esogene

3) C, G e T sono variabili esogene

4) I, G e T sono variabili endogene

5) Le variabili esogene sono spiegate all’interno del modello
________________________
Si’

Comment by Elisabetta Cirino

Lezione 3
Quale delle seguenti affermazioni concernenti il consumo (C) è falsa:

1.Rappresenta la componente più grande della domanda;
2.E’ influenzato dal pagamento delle imposte da parte degli individui;
3.E’ una variabile endogena;
4.Se il reddito disponibile di un individuo è pari a zero, il consumo sarà lo stesso positivo;
5.Rappresenta, generalmente, una percentuale bassa del PIL.
_____________________________________
Si’

Comment by Valeria Angrisani

CAP 3
Individuare la risposta esatta : l’ ECONOMIA CHIUSA è:
1.X> IM
2.X< IM
3.X= IM = 1
4.X= IM = 0
5.X – IM= Z

Comment by Carmelina Pecoraro

LEZIONE 3
Il risparmio privato è rappresentato dalla formula:
1) T-G = Y- T – C
2) S= Y – T – c0 – c1 (Y – T)
3) S= Y – T – c0 – c1 – (Y – T)
4) S= Y – T – c0 – c1 (Y + T)
5) S= Y – T – c0 + c1 (Y – T)
__________________________________
si’

Comment by Monica Guidetti

LEZIONE 3
Quale delle seguenti equazioni è vera in merito alla relazione tra consumo e reddito disponibile?
1. C = c0 + c1 Yd
2. C = c0 + c1 (Y – T)
3. C = c0 + c1 (Y + T)
4. C = c1 + c0 Yd
5. C = c0 + c1 (Y + Z)
___________________________
No ; sia 1 che 2 sono vere

Comment by Daniela Perrotti

L’investimento in scorte (indica la risposta falsa):
1.è la differenza tra produzione e vendite
2.è negativo se le vendite sono superiori alla produzione
3.è positivo se la produzione è superiore alle vendite
4.non fa parte della domanda di beni
5.se è positivo consente di raggiungere l’equilibrio nel mercato dei beni

Comment by Carmen Scruci

CAPITOLO 3 PARAGRAFO 2.1.

Considerando la funzione del consumo, si determini l’affermazione errata:

1. Tale funzione è una relazione lineare caratterizzata dai parametri Co e C1
2. Co indica il consumo con un reddito disponibile nullo.
3. Il parametro C1 è un valore compreso tra 0 e 1.
4. Co non è mai positivo, perché il Yd è = 0, quindi non si ha denaro per acquistare
5. C1 esprime la propensione marginale al consumo, se C1 aumenta di 70 cent, Yd aumenta anch’esso di 70 cent.
_____________________________
No. 2 errate

Comment by Ramona Perotti

LEZIONE 3
In riferimento all’ipotesi semplificata che indica la domanda aggregata come Z ≡ C + I + G indicare quale enunciato è falso:
1. X = IM = 0
2. p ≠ k
3. le imprese offrono qualunque quantità a prezzi costanti
4. l’ipotesi semplificata considera un’economia chiusa
5. l’investimento in scorte non fa parte della domanda
_______________________________
Si’

Comment by Simona Coero Borga

Quale affermazione riguardo alla domanda di beni Z=c0+c1(Y-T)+I+G è falsa?
a)T indica le imposte al netto dei trasferimenti pubblici
b)Il valore della propensione marginale al consumo (c1) è compreso tra 0 e 1
c)I è una variabile esogena
d)Sostituendo Z con Y ottengo un altro modo di guardare al PIL ma il risultato rimane invariato
e)G include gli interessi sul debito pubblico
_________________
NO
d) e` sbagliata: Posso sostituire Z con Y solo se ipotizzo che vi sia equilibrio con Z=Y
e) e` ovviamente erronea.

Comment by Adriana Bertin

La spesa pubblica include:
a)tutti i beni acquistati dallo stato e dagli enti pubblici;
b)tutti i trasferimenti come ad esempio l’assistenza sociale e sanitaria;
c)tutti gli interessi sul debito pubblico;
d)i beni e i servizi acquistati dallo stato e dagli enti pubblici tranne i trasferimenti e gli interessi sul debito pubblico;
e)tutti i trasferimenti e tutti gli interessi sul debito pubblico.

Comment by Nita Michaela Alina

Usando la scomposizione del PIL, quale delle seguenti formule rappresenta la DOMANDA TOTALE DI BENI?
1) C-I+G+X-IM
2) C+G+I+X+IM
3) G+I+C-X+IM
4) C+G+I+X-IM
5) C+I-G+X-IM

Comment by Tiziana Brundo

LEZIONE 3
Quale tra le seguenti affermazioni riguardanti la funzione di consumo è vera:
1. La funzione di consumo non è una relazione lineare
2. I parametro c0 e c1 sono entrambi dipendenti dal reddito
3. Il parametro c0 rappresenta la pendenza della funzione di consumo
4. Il parametro c1 esprime l’effetto sul consumo di un euro aggiuntivo di reddito disponibile
5. L’intercetta verticale è pari a c1
________________________
Si’

Comment by Marta La Montagna

LEZIONE 3.
Il reddito disponibile:
a) È il reddito percepito;
b) È quello che rimane del reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti dal Governo e pagato le imposte;
c) È quello che rimane del reddito percepito dopo aver pagato le imposte;
d) È quello che rimane del reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti dal governo;
e) Non è una determinante delle decisioni di consumo.
___________________________
si’

Comment by laura marta sanmartino

Individuare la risposta errata
Il saldo commerciale:
1)è dato dalla diminuzione complessiva dei prezzi di tutti i beni presenti in un mercato
2)In un paese chiuso,è dato dalla differenza tra la quantità di prodotti offerta sul mercato e la quantità domandata
3)non può,in nessun caso,provocare una variazione del PIL
4)è dato dalla differenza tra esportazioni ed importazioni
5)è pari all’eccedenza delle esportazioni sulle importazioni
________________________
Si’

Comment by Males Daniela

Lezione 3
Individuare la risposta errata sul risparmio:
1.La formula del risparmio pubblico è T-G
2.In equilibrio il risparmio (S) è S=I+G-T
3.La formula del risparmio privato è S=Yd-C
4.In equilibrio il risparmio (S) è S=I+T-G
5.S=I è sempre vera se si include la variazione delle scorte

Comment by Costa Andrea

CAPITOLO 3
Sapendo che C=c0+c1Yd, cosa esprime il parametro c1 ?
a) Esprime il consumo desiderato in corrispondenza di un reddito dsponibile nullo.
b) Esprime ciò che rimane del reddito percepito dopo aver ricevuto i trasferimenti del governo.
c) Esprime l’effetto sul consumo di un euro aggiuntivo di reddito disponibile.
d) Indica la politica fiscale del governo.
e) Indica la relazione tra produzione e domanda.
_____________________
si’

Comment by Luisa Gangi

L’investimento in scorte è:
a. L’acquisto di nuovi impianti e macchinari
b. La somma dell’investimento non residenziale e dell’investimento residenziale
c. Positivo quando la produzione è inferiore alle scorte
d. L’acquisto di nuove case o appartamenti da parte degli individui
e. La differenza tra beni prodotti e beni venduti in un dato anno
_____
Si’

Comment by Alessandra Demelas

LEZIONE 3:

– Quale fattore primario ha causato la recessione del 1990-1991 negli USA?
a)Stretta creditizia
b)Crollo dei mercati azionari
c)Eccessiva rivalutazione del dollaro
d)Scoppio della bolla immobiliare
e)Crollo nella fiducia dei consumatori
_________________________________
No: fuori tema

Comment by Stefano Bor

Se la propensione al consumo aumenta,il moltiplicatore:
1)diminuisce proporzionalmente ad essa;
2)aumenta proporzionalmente ad essa;
3)rimane costante;
4)è pari a 0;
5)è negativo

Comment by Federica De Giorgi

CORREZIONE: CAP. 3

Quale tra le seguenti equazioni è ERRATA?

1. S ≡ Yd – C
2. S ≡ Y – T – C
3. S = c1 + (1 – c0) (Y – T)
4. S = I + G – T
5. Y – T – C = I + G – T
______________________________
Si’

Comment by Amparore Elisa

1)La Spesa Pubblica (G) non include le pensioni
2)La Spesa Pubblica (G) è importante per gli economisti, poiché essi cercano di influenzare chi governa, il quale a sua volta la controlla.
3)La Spesa Pubblica (G) include gli interessi sul debito pubblico
4)La Spesa Pubblica (G) è la voce sotto il controllo politico
5)La Spesa Pubblica (G) non include i trasferimenti

Comment by gustavorinaldi

LEZIONE 3 (CAPITOLO 3)

Indicare quale delle seguenti affermazioni risulta ERRATA:

1- Il consumo C dipende positivamente dal reddito disponibile Yd
2- C = C (Yd) è un’equazione di comportamento
3- Esiste una relazione tra il consumo C e il reddito disponibile Yd
4- c1 indica la propensione marginale al consumo
5- C = co + c1*Yd è un’identità

Comment by Grande Leamorena




Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s



%d bloggers like this: